Menu Chiudi

In questa sezione sono contenute tutte le informazioni riguardante il Coronavirus, le modalità di prevenzione e le risposte alle domande frequenti.
In fondo alla pagina sono disponibili le ordinanze emesse dal Comune di Settimo Torinese.

Ultimo aggiornamento: 05/03/2020 ore 09:40 (Aggiornamento decreto 4 Marzo 2020)

I Coronavirus sono una vasta famiglia di virus noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la Sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Il nuovo Coronavirus (nCoV) è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell’uomo. In particolare quello denominato SARS-CoV-2 (precedentemente 2019-nCoV), non è mai stato identificato prima di essere segnalato a Wuhan, Cina, a dicembre 2019.

Dipende dal virus, ma i sintomi più comuni includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte. 

Come altre malattie respiratorie, l’infezione da nuovo coronavirus può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie. Raramente può essere fatale.

Le persone più suscettibili alle forme gravi sono gli anziani e quelle con malattie pre-esistenti, quali diabete e malattie cardiache.

I sintomi dell’influenza e del nuovo virus sono simili e consistono in tosse, febbre, raffreddore.
Sono tuttavia causati da virus differenti, pertanto, in caso di sospetto di Coronavirus, è necessario effettuare esami di laboratorio per confermare la diagnosi.

Il nuovo Coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata. La via primaria sono le  goccioline del respiro delle persone infette ad esempio tramite:

  • la saliva, tossendo e starnutendo
  • contatti diretti personali
  • le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi
  • In casi rari il contagio può avvenire attraverso contaminazione fecale.

Normalmente le malattie respiratorie non si trasmettono con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche ed evitando il contatto fra alimenti crudi e cotti.

No, al momento non vi è alcuna evidenza scientifica che gli animali da compagnia, quali cani e gatti, abbiano contratto l’infezione o possano diffonderla.
Si raccomanda di lavare le mani frequentemente con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche dopo il contatto con gli animali.

Il lavaggio e la disinfezione delle mani sono la chiave per prevenire l’infezione. Dovresti lavarti le mani spesso e accuratamente con acqua e sapone per almeno 60 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcool (concentrazione di alcool di almeno il 60%).

Le informazioni preliminari suggeriscono che il virus possa sopravvivere alcune ore, anche se è ancora in fase di studio.
L’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all’1% (candeggina).

Si, è sicuro. L’OMS ha dichiarato che le persone che ricevono pacchi non sono a rischio di contrarre il nuovo Coronavirus, perché non è in grado di sopravvivere a lungo sulle superfici. E’ sicuro anche mangiare al ristorante cinese, ciò non comporta la diffusione del virus.

No, essendo una malattia nuova, ancora non esiste un vaccino e per realizzarne uno ad hoc i tempi possono essere anche relativamente lunghi (si stima 12-18 mesi).

Mantieniti informato sulla diffusione dell’epidemia, disponibile sul sito dell’OMS e adotta le seguenti misure di protezione personale:

  • lavati spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni a base di alcol per eliminare il virus dalle tue mani;
  • mantieni una certa distanza – almeno un metro – dalle altre persone, in particolare quando tossiscono o starnutiscono o se hanno la febbre, perché il virus è contenuto nelle goccioline di saliva e può essere trasmesso col respiro a distanza ravvicinata;
  • evita di toccarti occhi, naso e bocca con le mani se presenti febbre, tosse o difficoltà respiratorie e hai viaggiato di recente in Cina o se sei stato in stretto contatto con una persona ritornata dalla Cina e affetta da malattia respiratoria;
  • se presenti febbre, tosse o difficoltà respiratorie e hai viaggiato di recente in Cina o se sei stato in stretto contatto con una persona ritornata dalla Cina e affetta da malattia respiratoria segnalalo al numero gratuito 1500, istituito dal Ministero della salute. Ricorda che esistono diverse cause di malattie respiratorie e il nuovo coronavirus può essere una di queste. Se hai sintomi lievi e non sei stato recentemente in Cina, rimani a casa fino alla risoluzione dei sintomi applicando le misure di igiene, che comprendono l’igiene delle mani (lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche) e delle vie respiratorie (starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, utilizzare una mascherina e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso e lavare le mani).

Tranne nei comuni dove è stata indetta una quarantena di 14 giorni, con il divieto di entrare ed uscire dal comune, non è necessario effettuare scorte massicce di alimenti, sottovuoto, scatolame. In questi comuni probabilmente è stato vietato l’ingresso anche per i TIR Container.
Al momento, nel Piemonte e nel territorio comunale di Settimo Torinese, siamo in una situazione sotto controllo e priva di motivazione utile ad effettuare spese grandi. I supermercati, nei comuni dove non c’è il divieto, vengono correttamente riforniti dai TIR Container, salvo comunicazione ufficiale espressa dalla catena di supermercati.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di indossare una mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo Coronavirus e presenti sintomi quali tosse o starnuti o se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo Coronavirus (viaggio recente in Cina e sintomi respiratori). L’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. Non è utile indossare più mascherine sovrapposte.

Non esiste un trattamento specifico per la malattia causata da un nuovo coronavirus. Il trattamento deve essere basato sui sintomi del paziente. La terapia di supporto può essere molto efficace. Terapie specifiche sono in fase di studio.

No, gli antibiotici non sono efficaci contro i virus, ma funzionano solo contro le infezioni batteriche.

In Italia, è stata attivata una sorveglianza specifica per questo virus a livello nazionale.

La situazione è costantemente monitorata dal Ministero, che è in continuo contatto con l’OMS, l’ECDC, la Commissione Europea e pubblica tempestivamente ogni nuovo aggiornamento nel Portale www.salute.gov.it/nuovocoronavirus.

In considerazione della dichiarazione di “Emergenza internazionale di salute pubblica” da parte della OMS, il 31 gennaio 2020 il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’infezione da Coronavirus.

Le risposte arrivano da uno studio (fra i più attendibili dall’inizio dell’epidemia) condotto dai Centers for Diseases control cinesi (CCDC), su circa 44 mila individui contagiati.

0-9 anni: NON FATALE
10-19 anni: 0,2%
20-29 anni: 0,2%
30-39 anni: 0,2%
40-49 anni: 0,4%
50-59 anni: 1,3%
60-69 anni: 3,6%
70-79 anni: 8%
Oltre 80 anni: 14,8%

Al momento non è stato scientificamente provato che metodi omeopatici possano curare il virus.
Si consiglia, in caso di sospetto coronavirus, di NON iniziare un trattamento omeopatico (in quanto potrebbe essere inefficace)  e di rivolgersi al medico competente per eventuali accertamenti.

Come già esposto, la cura del virus è in fase di studio in laboratorio e per realizzarne un antidoto ad hoc i tempi possono essere anche relativamente lunghi (si stima 12-18 mesi).

Servono per fare in modo che i pazienti, prima di fare accesso ai locali del Pronto Soccorso dell’Ospedale, vengano visitati preventivamente da personale sanitario, il quale stabilirà qual è il percorso consigliato per quel particolare paziente.

Qualora presentasse problemi di natura “virologica”, verrebbe instradato direttamente all’interno dell’ospedale, nei locali riservati, creati apposta per la situazione attuale.

Comunicati dal Comune di Settimo

Clicca qui per leggere la nuova ordinanza.
Ultimo aggiornamento ordinanza: 05/03/2020

Aggiornamento MISURE IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-2019.
Ultimo aggiornamento ordinanza: 26/02/2020 

In seguito ai chiarimenti applicativi all’ordinanza regionale si precisa che: Si dá atto che non risultano comprese dalla sospensione di cui al punto 3 dell’ordinanza n 75 25/2/2020 nell’ambito delle attività sportive, quelle che attengono all’ordinario svolgimento della pratica di corsi sportivi ed amatoriali (es. allenamenti sportivi), ESCLUDENDO l’utilizzo di spogliatoi e docce, ad eccezione dei servizi igienici. il divieto di utilizzo di spogliatoi e docce rende invece effettiva la chiusura delle piscine.

L’Ordinanza n. 1 del 23/02/2020 del Ministero della Salute d’intesa con la Regione Piemonte stabilisce, allo scopo di evitare il diffondersi del COVID-19 nel territorio regionale, che vengano adottate straordinarie misure per il contenimento adeguato per contrastare l’evolversi della situazione epidemiologica. In particolare:
Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa;
Chiusura dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali (ivi compresi i tirocini), master, corsi universitari di ogni grado e università per anziani, con esclusione degli specializzandi nelle discipline mediche e chirurgiche e delle attività formative svolte a distanza;
Sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 dei Codici dei beni culturali e del paesaggio di cui al D.L. 42/2004, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti o luoghi;
Sospensione di ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale che estero;
Previsione dell’obbligo da parte di individui che hanno fatto ingresso nel Piemonte da zone a rischio epidemiologico come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità di comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva.
I provvedimenti hanno efficacia fino a sabato prossimo 29 febbraio 2020.
La Sindaca di Settimo T.se ha emanato l‘Ordinanza n. 74/2020 con cui si dispone la sospensione delle attività educative degli asili nido pubblici e privati, dei baby parking e di ogni altra attività che preveda l’aggregazione di minori; la sospensione delle attività sportive, pubbliche e private, presso gli impianti del territorio, nonché di tutte le attività ricreative ed aggregative di carattere culturale, ludico e religioso, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, compreso il luna park di piazza Freidano;  la sospensione dei servizi al pubblico della Biblioteca, dell’Ecomuseo del Freidano e della Suoneria.